Professionista del "connecting knowledge"
Esperta di culture del Mediterraneo
Mediazione globale e locale per l' area del Mediterraneo


CONSULENZA E MEDIAZIONE

- Paesi arabo/islamici e due sponde del bacino del Mediterraneo interrelazione tra i diversi ambiti culturali e geografici

- Profili e informazioni legate ad un singolo paese e/o a ambiti allargati del Nord Africa Vicino e Medio Oriente e in correlazione a paesi europei e nordamericani

- Ricognizione ed expertise culturale e interculturale a livello locale delle possibili interrelazioni tra aree geografiche

- Progettazione e programmazione innovativa in tutte le fasi a seconda dei bisogni e interessi della committenza

- Contatti e intermediazione con antenne sensibili locali nazionali e internazionali

- Affidabilità e competenza per trovare, creare gestire, utilizzare al meglio con un valore aggiunto le relazioni e i contatti a misura delle esigenze e richieste specifiche degli interlocutori

- Ricerca e sviluppo "expertise" in relazione alle popolazioni d'origine musulmana in Italia, Unione Europea, Canada e Stati Uniti.

- Strategie interculturali di relazione marketing e professionale nei paesi arabi e in ambiti migratori per le comunità musulmane presso selezionati gruppi d'interesse, donne, seconde generazioni, imprenditorialità innovativa

- Consulenze interculturali per ambiti attività specifiche

- Consulenze settori interculturali speciali (moda benessere bellezza eventi feste tradizionali arte fotografia)

- Organizzazione corsi e formazioni ad hoc individuali o collettive

- Progettazione consulenze strategie di relazione e pubbliche relazioni nelle aree d'interesse

- Consulenze e expertise preparazione bandi e concorsi nazionali internazionali e bandi europei per i paesi arabo/islamici e bacino del Mediterraneo

L'attività professionale è progettata sulla base delle specifiche esigenze della committenza elaborando anche soluzioni originali e personalizzate.
Scrivere a: gcck@fastwebnet.it
GCCK - Giuliana Cacciapuoti connecting knowledge

GCCK significa Giuliana Cacciapuoti professionista del "connecting knowledge".
Una figura professionale che, sulla base di una specifica conoscenza delle culture e delle comunità di cultura differente dalla autoctona presente sul territorio in oggetto, combina le attività scientifico didattiche a livello accademico, con la messa in rete, per investitori pubblici e privati, per le agenzie territoriali preposte; attività utili per ogni relazione tra le diversità culturali, completando il percorso di attivazione di reti per l'inclusione, la cooperazione e l'avvio di relazioni e attività nei più diversi settori.

Utilizza la consolidata esperienza di lavoro nella Pubblica Amministrazione e nella gestione di Fondi europei (FSE), nazionali e regionali e le esperienze di relazioni internazionali.
Ha consolidato l'attività di "connecting knowledge" per i progetti F.E.I. (Fondo di Integrazione Europeo).

Ambito privilegiato per conoscenze e esperienza didattica e professionale è quello dell'area del Mediterraneo e deli paesi di cultura araba e/o musulmana.
FORMAZIONE SUI TEMI DELLA SICUREZZA "Comunicare con l'Islam"

Ha ideato e insegna dal 2003 "Comunicare con l'Islam" nel corso di Alta Formazione per le forze di Polizia del Ministero dell'Interno presso la Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia che, nell'ambito del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell'Interno, rappresenta l'unica realtà formativa interforze a livello nazionale ed europeo. Il corso è destinato ai funzionari e ufficiali di grado elevato delle cinque Forze di Polizia italiane, e ai rappresentanti delle polizie estere, operatori carcerari e settore giustizia.

Ha collaborato con il Ministero della Giustizia PRAP Lazio, alla formazione specifica di operatori e personale delle carceri nella relazione interculturale nelle strutture carcerarie . Supervisiona per diverse ONG i servizi di mediazione culturale per il Fondo Nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo e per i rifugiati (Ministero dell'interno - Servizio Centrale gestito dall'ANCII.